Avola

La cittadina ha saputo risorgere in maniera orgogliosa e caparbia dal nefasto terremoto del 1693 che la distrusse in buona parte ed oggi si presenta con una nuova struttura urbanistica basata su di un sistema a croce di strade all’interno di un esagono. Tale struttura presenta la particolarita’ di avere una grande piazza quadrata centrale posta all’interno di una croce ideale alle cui estremita’ si posizionano altre piazze minori.Questa particolare struttura urbanistica rispecchia una tipica citta’ rinascimentale.Il nuovo sviluppo urbano fu realizzato partendo dal Monte Aquilone per poi invadere la piana e gli stabilimenti della tonnara presenti nella costa.La citta’,fu ricostruita per volere del principe Nicolo’ Aragona Pignatelli, Duca di Terranova.Avola offre la possibilita’ di ammirare alcune belle Chiese, a partire da quella Madre dedicata a San Nicola di Bari.

Essa si presenta con un prospetto arricchito da pannelli a sbalzo rappresentanti i Sette Sacramenti. La sua facciata e’ detta “a torre” grazie ad un particolare gioco ottenuto dalla sovrapposizione di tre ordini architettonici.Presente all’interno la tela raffigurante lo Sposalizio della Madonna attribuita all’artista Olivo Sozzi.

C’e’, poi, la Chiesa della Santa Croce da ricordare per il bell’esemplare di ciborio che essa conserva.La Chiesa dedicata a S. Giovanni Battista preserva degli stucchi neoclassici davvero rilevanti. Essa e’ stata restaurata di recente ed offre la possibilita’ di ammirare varie opere d’arte a tema sacro come le tele dedicate al martirio del Battista e realizzate da Gregorio Scalia.

Tra le Chiese minori cittadine citiamo:

quella settecentesca dedicata a Santa Venera – la patrona cittadina

quella dedicata a S. Antonio da Padova – da ricordare per i suoi interni stucchi settecenteschi

quella dedicata a S. Maria del Gesu’ – preserva la tela raffigurante L’Immacolata con San Francesco e Santa Rosalia.

Presenta anche degli edifici civili dall’elegante architettura:

il Palazzo Ducale presente nei pressi della Matrice ed accompagnato da un’ottocentesca torretta dell’orologio

l’ottocentesco Palazzo di Citta’

.La citta’ ha anche la sua importanza storica rappresentata dal sito di Avola Antica vicino al Monte Aquilone.